Ditta M.B. Via L.Cibrario,48 - 10144TorinoTel/fax: 0114276565.e-mail: moma-snc@libero.it
Ditta M.B. Via L.Cibrario,48 - 10144TorinoTel/fax: 0114276565.e-mail: moma-snc@libero.it

Inalazioni termali

INALAZIONI TERMALI

INALATORE TERMALE

L’uso terapeutico delle acque termali è noto fin dall’antichità, basti pensare alla cultura termale dell’antica Roma e alle numerose testimonianze medievali della diffusione ed efficacia delle cure termali in genere e dei bagni termali in particolare.

Le applicazioni in otorinolaringoiatria sono altrettanto antiche e diffuse e tra queste sono di essenziale importanza le cure inalatorie. 

Le cure inalatorie hanno come scopo di immettere nell’organismo attraverso le vie aerodigestive superiori (VADS) acque minerali opportunamente suddivise e/o i gas in esse disciolti utilizzando apparecchiature che sfruttano la proprietà di un liquido di essere separato in goccioline molto piccole, tali che possono essere inalate. 

Con tale principio sono costruiti gli apparecchi per aerosol: in essi un liquido viene spinto a pressione in un tubo che presenta alla sua estremità una strozzatura.

Da questa strozzatura tale liquido fuoriesce in maniera esplosiva creando il vuoto.

Se nell’ambiente in cui si crea il vuoto è presente un liquido (l’acqua termale), questo viene aspirato e frantumato a formare una nebbia.

Con particolari accorgimenti e deviazioni di flusso di tale nebbia è possibile creare goccioline di diverso diametro: queste vengono dette micelle. 

Gli apparecchi per aerosol sono in grado di produrre micelle di diametro compreso tra 10 e 3 µ oppure di diametro inferiore a 3 µ.

Tale differenziazione permette un utilizzo terapeutico diverso.

Efficacia delle cure inalatorie con acque sulfuree sulle patologie infiammatorie croniche delle vie aerodigestive superiori.

Le particelle più voluminose, infatti, sono più pesanti e si fermano nelle VADS (cavità nasali, orofaringe), mentre le più piccole, più leggere, possono arrivare a penetrare i bronchioli più piccoli. 

La tecnica di cura termale prevede delle inalazioni di tali aerosol attraverso le cavità nasali utilizzando appositi dispositivi a forchetta che permettono di convogliare direttamente gli aerosol termali nelle narici, o inalazioni attraverso la cavità orale direttamente dell’apparecchiatura aerosolica. 

Le cure termali inalatorie sono diffusissime in Italia. 

Le acque sulfuree agiscono con diverse modalità.

Un aumento delle secrezioni si ha per un’azione vasodilatatrice locale che porta ad un aumento della permeabilità capillare.

Lo zolfo delle acque produce poi una riduzione della viscosità del muco attraverso la lisi dei ponti disolfuro delle mucoproteine in esso contenute, inducendo di fatto una fluidificazione delle secrezioni. 

Un’altra azione è quella di regolazione della motilità delle ciglia vibratili dell’epitelio cigliato delle cavità nasali.

Le acque sulfuree agiscono anche in senso stimolante il sistema reticolo-endoteliale ed istiocitario, attraverso una diminuzione della produzione di interleuchina da parte dei linfociti T. 

Sul secreto nasale in particolare, poi, l’azione delle acque sulfuree è tale da portare ad un incremento delle immunoglobuline e delle IgA secretorie. 

La terapia inalatoria ha anche una efficacia per un’azione aspecifica mutuata dall’esposizione al calore umido. 

Questo induce un’iperemia delle mucose che causa miglioramento del trofismo, regolazione dell’attività mucipara, aumento del turnover cellulare, ripristino della motilità ciliare; inoltre provoca fluidificazione delle secrezioni che permette un loro più rapido allontanamento con conseguente diminuzione della possibilità di sviluppo di agenti patogeni . 

Le cure termali sono indicate in diverse patologie otorinolaringoiatriche. Abbiamo limitato il nostro studio all’effetto delle cure termali in pazienti con patologie schematizzabili in: faringite cronica, faringotonsillite cronica, laringite cronica e rinite cronica. 

Faringite cronica Intendiamo per faringite cronica un processo di flogosi subacuta della mucosa del faringe.

Questa può essere causata da agenti patogeni, ma soprattutto è da attribuire all’effetto dell’aria continuamente inalata attraverso la bocca.

In questo caso viene a mancare l’effetto filtrante, umidificante e riscaldante dell’aria operato dalle strutture nasali.

Ciò comporta uno stato di irritazione subcontinua delle strutture faringee, esacerbato anche da fattori inquinanti (atmosferici, fumo di tabacco, ecc.), che causa una iperplasia delle strutture linforeticolari situate diffusamente nel faringe. 

I pazienti lamentano sintomi che potrebbero essere definiti minori, ma fastidiosi: secchezza delle fauci soprattutto mattutina, faringodinia, vellichio faringeo, tosse.

 

Orari Ortopedia

Lunedì:      09,00 -12,30 

                       15,30-19,00

 

Martedì:    9,00 - 12,30
                      15,30- 19,00

 

Mercoledì:  CONTINUATO

                          9,00- 19,00 

 

Giovedì:     9,00 - 12,30

                      15,30- 19,00

 

Venerdì:    9,00 - 12,30 

                      15,30- 19,00

 

Sabato:    9,30 - 12,30

POMERIGGIO               CHIUSO

Contatti

Ci potete contattare allo:

 

011 4276565

 

Potete usare il nostro modulo online.

Sicuro con PayPal
Ortopedia sanitaria cibrario

Promuovi anche tu la tua Pagina
Ortopedia Sanitaria Cibrario
Via Luigi Cibrario 48
10144 Torino
Numero di telefono: 0114276565 0114276565
Fax: 0114276565
Indirizzo e-mail:

Ogni articolo di questo sito è divulgato per informazione pubblica, come tutelato dall’Art. 19 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo  e dall’Art. 21 della Costituzione Italiana

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Ortopedia Sanitaria Cibrario - Partita IVA:11521810017 Tutti i marchi e le immagini pubblicate sono copyright dei rispettivi proprietari.

Chiama

E-mail

Come arrivare